Intervista a Christian Ottesen (MrChristian83)

Chi mi conosce sa che passo un sacco di tempo su Instagram. Non posso farci niente, è il mio social preferito e devo dire che grazie a lui sono diventata amica di un sacco di persone interessanti negli ultimi anni.
La comunità vegan su Instagram è forte e molto unita: adoriamo postare le foto del nostro cibo, anche quando non sono proprio le foto più belle del mondo… Cerchiamo di far capire alle persone che mangiare bene, sano e senza nuocere agli animali è possibile e anche divertente!

Christian Ottesen (MrChristian83)
Christian Ottesen (MrChristian83)

Non ricordo quando ho iniziato a seguire l’Instagrammer norvegese Christian Ottesen – alias @MrChristian83, 16,8 mila followers all’attivo – , semmai ricordo molto bene che mi ha sempre fatta ridere. Al contrario di molti altri vegani su Instagram, Christian non posta foto per far venire l’aquolina in bocca, di solito preferisce fare video. In questi brevi video offre importanti spunti di riflessione, ma sempre in modo divertente. Le situazioni, la musica, il modo in cui i video stessi sono fatti, tutto è assolutamente piacevole, molto lontano dal classico stereotipo del “vegan rompipalle”.
Sono riuscita a intervistarlo, giusto qualche domanda per sapere il suo punto di vista su certi argomenti e renderlo un po’ più noto ai miei followers, perché penso ne valga la pena! E perché mi fa sempre piacere condividere con voi quello che mi arriva da questo assurdo mondo dei social media.
Iniziamo!

1. Quando e perché sei diventato vegano?
Christian: Sono diventato vegano nel dicembre 2010, dopo aver visto una conferenza di Gary Yourofsky e il documentario Earthlings (potete trovare entrambi su YouTube). Ho sempre amato moltissimo gli animali, perciò è strano che mi ci sia voluto così tanto per diventare vegan. 

2. Parliamo un po’ del tuo account Instagram, che io adoro. Perché hai deciso di iniziare a fare video là? Avevi qualche obiettivo specifico?
Ho creato il mio account per promuovere il veganismo. Lo faccio ancora per questo stile di vita, e per gli animali. Cerco di farlo in un modo che non allontani la gente, ma non è sempre facile ;) Cerco di non fare la paternale e di non giudicare. Spero di poter influenzare sempre più persone fungendo da buon esempio.

3. Tu vieni dalla Norvegia, un posto con cui noi, in quanto italiani, non abbiamo molta familiarità. Com’è la scena vegan lassù, specialmente se paragonata agli altri paesi in cui hai viaggiato? 
Dipende da dove vai in Norvegia, ma nelle grandi città la situazione inizia a essere davvero buona. E’ come il giorno e la notte rispetto a quando sono diventato vegano nel 2010. Abbiamo un sacco di prodotti dalla Svezia, che è un paradiso rispetto alla Norvegia. Sento la mancanza di più caffè e ristoranti vegani, comunque. Potete trovare tutto ciò che serve per vivere una bella vita vegana qua. Rispetto alle grandi città europee, siamo un po’ più indietro. Ma non siamo poi così tanti in Norvegia, quindi non mi lamento, va molto bene adesso. Si possono addirittura trovare vegan burgers o hot dog alle stazioni di servizio :) 

4. Quale pensi sia la parte migliore dell’essere vegan? 
La sensazione di non contribuire allo sfruttamento e all’uccisione degli animali. Come un fardello che ti viene sollevato dalle spalle.

5. E’ vero, i vegani spesso discutono con gli onnivori. Ma spesso discutono anche con gli altri vegani, perché non tutti diventano vegan per lo stesso motivo. Cosa pensi degli altri vegani? Hai mai litigato con loro (online/offline)?
Sì, tanto tempo fa, quando sono diventato vegano. Penso che la maggior parte delle persone attraversi questa fase “arrabbiata” quando diventano vegan. Specialmente se lo fanno per gli animali. E’ difficile vedere gli altri dire “non mi importa”. A un certo punto però capisci (o dovresti capire) che quello non è il modo giusto per promuovere il veganismo. Tutti dovrebbero trovare i propri limiti in relazione al veganismo. Non è possibile vivere 100% vegan in questo mondo. Io ho deciso di non giudicare gli altri, anche se a volte esprimo la mia opinione in merito. 

6. Sono un mangia-carne. Dammi 3 buone ragioni per provare il veganismo per un mese. 
Potrei menzionare i benefici per la salute, ma non sono sicuro che vedresti la differenza in un solo mese. Qua bisogna guardare al quadro d’insieme. Essere vegan non riguarda solo te stesso, ma anche il nostro pianeta, le altre persone e gli animali. Condividiamo questo pianeta tutti insieme, e mangiare animali non fa bene all’ambiente e ovviamente agli animali stessi. 

7. Quali sono i tuoi brand preferiti (norvegesi o internazionali)? 
Amo Oatly, Alpro, Tofuline, Halsans Køk, Anamma, Oumph, Violife, Gardein. Potrei nominarne molti altri. Non ci sono scuse per non mangiare prodotti a base vegetale quando abbiamo così tanti fornitori e marchi eccezionali intorno :) 

8.  Ultima ma non meno importante… da dove prendi le tue proteine??? 
Dalla carne umana, eheh! Scherzo, mangio un sacco di fagioli rossi, ceci, tofu, soia, noci. Molte proteine in una dieta vegetale bilanciata. 

Grazie mille per queste bellissime risposte, Christian! 
E voi gente, se volete seguitelo su Instagram! Mi raccomando, prima di chiudere la pagina non scordatevi di cliccare sulle pubblicità per aiutare il blog! 

Alla prossima!