The Veggie FAQs

Avete presente quelle conversazioni durante la cena/pranzo di Natale, in cui i parenti vi tormentano con domande quali “ma quando ti laurei?”, “hai trovato il lavoro?”, “quando ti sposi?”, o, se siete sposati, “allora, quando ce lo fate un bel nipotino?” e così via? Ecco, pensate a come ognuno dei vostri pranzi o cene con gente che non siano i vostri famigliari/amici stretti, sarà per sempre così quando siete veg*. Non solo pranzi e cene, attenzione, ma anche aperitivi, incontri fugaci, conversazioni fra colleghi, etc.
Insomma, un incubo senza fine, un eterno ritorno alla Nietzsche.
Ma c’è un “ma”! Se arriverete ben preparati, potrete scivolare con eleganza su ognuna delle domande poste, tenendo a mente alcune risposte preconfezionate efficaci e sicuramente chiarificatrici!

TOP 10 VEGGIE FAQs

 

1. Quindi non mangi carne… ma il prosciutto lo mangi?

A meno che il prosciutto non sia annoverato fra l’oggettistica di antiquariato, la risposta è NO, è carne!

2. Non mangi carne… ma il pesce sì, no? 

A meno che il pesce non venga considerato come un arredamento da bagno, la risposta è NO. Ci sono parecchi sedicenti vegetariani che in realtà mangiano pesce: ebbene, essi non sono vegetariani! Diciamo che non mangiano carne da allevamento “terreno”, ma non sono vegetariani. 

3. Non mangi né carne, né pesce, quindi mangi insalate?

Certo, noi veg* ci nutriamo solo di insalate, è per questo che siamo stati scritturati per dare vita allo spin off della celebre serie zombie “The Walking Dead”. Ovviamente, noi siamo gli zombie.

4. Sei vegetariano/a, mangi cose tipo seitan, tofu, quella roba là?

I vegetariani, se attenti a bilanciare la propria dieta, non necessitano realmente di seitan o tofu, a meno che non spasimino per il coinvolgente gusto dell’una o dell’altra cosa. Possono essere alternative sfiziose se cucinate a dovere, ma non sono di vitale importanza.

5. Non ti vergogni? Che ipocrita, anche le carote soffrono!

E’ vero, sicuramente anche le carote soffrono. Sono esseri viventi anche loro del resto, vivono ma in modo più silenzioso. Tuttavia non sono animali: dal greco “anemos“, letteralmente “vento“, diventato poi il soffio della vita. Anche la scienza distingue la zoologia dalla botanica, e se lo fa ci sarà pure un motivo. Fosse per me non mangerei nemmeno vegetali, ma purtroppo devo vivere, e cerco di causare il male minore. Il fatto che una carota non abbia un sistema nervoso che le faccia sentire la paura e l’angoscia della morte imminente, mi fa pensare che sia più giusto optare per lei anziché per un agnellino appena nato. Spero che un giorno le carote si animino e mi mangino a partire dalle budella. Allora saremo pari e sarò felice!

6. Ma quindi non mangi nemmeno il formaggio?

Non comprendo mai il senso di questa domanda (se posta a un vegetariano), evidentemente non si conosce bene la differenza fra un vegetariano e un vegano. Chi sceglie il veganismo si priva di latte, formaggio e uova, i vegetariani escludono dalla propria dieta (almeno teoricamente) solo carne e pesce, includendo i latticini (e le uova). Una cosa che però non tutti sanno è che non tutti i formaggi sono vegetariani: quelli DOP, come il Grana Padano o il Parmigiano Reggiano, hanno caglio animale (budella di agnelli o pecore). Esistono comunque in commercio diverse alternative bio a caglio vegetale.

7. Non mangi carne, ma indossi capi in pelle, incoerente!

Alcuni vegetariani, inconsapevolmente, cadono in questo errore. Parlo per esperienza personale e vi dico che si può vivere benissimo con l’ecopelle e le alternative sintetiche vendute praticamente ovunque (e pure meno costose). I capi in pelle che precedono la scelta veg* sono controversi: io li ho tenuti per non creare spreco su spreco, come me molti altri. I più estremisti invece buttano tutto, sono scelte. Oltre alla pelle, la seta è proibita. La lana invece viene rinnegata solo dai vegan.

8. Assumi vitamine?

Non sono necessarie, la dieta vegetariana è ben bilanciata di suo, poiché conta proteine derivanti da latticini e uova. Le proteine sono poi presenti in gran quantità anche nei legumi, mentre per le vitamine Madre Natura ci offre una vasta scelta di alimenti da cui poterle ricavare.

9. E’ impossibile vivere senza carne, è contro natura.

Per quel che mi concerne, ogni cosa di cui si dimostra la possibilità – soprattutto se a lungo termine – dimostra l’impossibilità del suo contrario. Esistono da generazioni e generazioni vegetariani di ogni razza, sesso ed età, e godono tutti di ottima salute (anzi, si ammalano perfino meno!). Perciò nulla è contro natura, l’unica cosa che trovo sia contro natura è nutrire spesso pregiudizi troppo forti da falsare la realtà stessa.

10. Come fai a vivere senza carne? Io impazzirei.

Io impazzirei se non potessi vivere di dolci. Faccio la stessa domanda ai diabetici, eppure anche loro vivono… Che dire, c’è chi soffre e chi no, io non ho mai sofferto per il distacco dalla carne, ma molti non soffrirebbero senza cioccolato, io sì! Tutto è soggettivo, “vivi e lascia vivere” penso sia la migliore filosofia di sempre.

10 domande, 10 realtà effettive, un destino ineluttabile, un ciclo che non si spezzerà mai finché avrete respiro, soprattutto per la domanda sulle carote. Vedrete se non ho ragione! Basta farci l’abitudine…

2 thoughts on “The Veggie FAQs

Comments are closed.